Castel del Piano. Furti sacrileghi, Casucci (Lega): “Necessaria la massima attenzione da parte delle Istituzioni”

0

Amiatanews (Marco Conti): Castel del Piano 04/06/2018
Dopo i recenti furti in due chiese del paese, l’intervento del Consigliere regionale della Lega

Dopo il recente furto avvenuto lo scorso 26 Maggio all’interno della Madonna delle Grazie (i ladri han portato via un calice in argento del 1700) e quello dello scorso 16 Maggio nell’antistante Chiesa della Natività o della Propositura (un turibolo in argento della metà del 1800) interviene quest’oggi, attraverso una nota stampa, il Consigliere Regionale della Lega Marco Casucci.

“Siamo da tempo impegnati – afferma Marco Casucci, Consigliere regionale della Lega-nel cercare di preservare e valorizzare, nel suo complesso, le opere d’arte della Toscana e quanto accaduto recentemente nelle chiese di Castel del Piano, merita un’attenta riflessione.”
“Occorre, infatti – prosegue il Consigliere – porre immediatamente un freno a questo tipo di attività illecite, spesso su commissione, che tendono a depauperare il valore storico-artistico dei luoghi di culto, come appunto le due predette strutture religiose amiatine che ho visitato assieme a Luca Jacopo Salvadori, Segretario Sezione Lega Amiata.”

Castel_del_Piano_Marco_Casucci_e_Luca_Jacopo_Salvadori_01

“Il tema della sicurezza – precisa Casucci – è da sempre al centro dell’attenzione del mio partito e sono sicuro che il nuovo Ministro dell’Interno farà il massimo affinché gravi episodi come quelli capitati nel grossetano non si ripetano più.”
“Non è giusto – sottolinea l’esponente leghista-obbligare i parroci a dover spogliare le chiese degli oggetti sacri più preziosi per scongiurare che questi ultimi vengano impunemente depredati.”
“Da parte nostra – conclude Marco Casucci-continueremo nella nostra opera, tesa a dare nuova linfa agli immobili storici abbandonati, con un occhio di riguardo, altresì, nei confronti delle tante chiese presenti nella citata area che devono essere costantemente attenzionate per evitare il ripetersi di questi odiosi atti sacrileghi.”

Ricordiamo che quello avvenuto non è il primo furto che le chiese di Castel del Piano subiscono che causano perdite significative sotto ogni punto di vista; oltre al valore simbolico e legato a profondi legani motivi di fede popolare, gli oggetti sono anche beni preziosi per un mercato che vanta moltissimi estimatori.

Share.

About Author

Leave A Reply