Piancastagnaio. Centrale “Poggio Montone”: il perché del parere negativo del Comune al progetto

Amiatanews (Marco Conti): Piancastagnaio 19/10/2017
La posizione sulla geotermia espressa nuovamente dal Sindaco Vagaggini  durante una conferenza stampa. Nove le osservazioni che l’Amministrazione Comunale depositerà presso la Regione Toscana entro il 20 Ottobre p.v. relativamente al progetto di Sorgenia Geothermal.

“Siamo favorevoli solo alla buona geotermia, per noi possibile esclusivamente con la comprovata tutela scientifica per la salute dei cittadini, con scelte guidate dalla scienza e dalla coscienza. Un principio ribadito non solo come Sindaco ma ancor prima di diventarlo e quindi ben noto. Anche per questo, come Comune abbiamo investito direttamente su una centrale di controllo dell’atmosfera così da avere risposte dirette dello stato di salute dell’aria e dell’ambiente in cui viviamo, dopo anni di pareri spesso contrastanti a riguardo. Il progetto Poggio Montone, in base alla documentazione presentata da Sorgenia Geothermal, non soddisfa le nostre aspettative e quindi abbiamo dato parere contrario.”
Sono queste, solo alcune delle dichiarazioni del Sindaco Luigi Vagaggini, rilasciate durante la conferenza stampa di martedì sera ultimo scorso (da Amiatanews documentata attraverso il video pubblicato la stessa sera sul nostro canale You Tube all’indirizzo https://youtu.be/Thz7vsVHJpo, in cui il primo cittadino ribadiva la ormai ben conosciuta posizione dell’Amministrazione Comunale relativamente alla geotermia, favorevole ad essa solo ed esclusivamente se viene tutelata la salute dei cittadini, cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sul progetto “Poggio Montone”, ovvero quello presentato da Sorgenia Geothermal, per la realizzazione di un impianto geotermoelettrico nella località omonima, ricadente nel territorio dei Comuni di Piancastagnaio e Santa Fiora, a cavallo tra le provincie di Siena e Grosseto.

Già da alcuni giorni, si sono succeduti sull’Amiata, in particolare nell’area comunale interessata dal progetto di centrale, una serie di incontri organizzati da comitati popolari contrari alla centrale di Poggio Montone e, in generale, alla geotermia sull’Amiata, con posizioni talvolta contrastanti al loro interno su chi non vorrebbe in alcun modo lo sfruttamento del territorio per la produzione di energia e chi invece è possibilista solo in caso di alcune produzione a bassa entalpia (questi alcuni dei nostri ultimi articoli a riguardo http://www.amiatanews.it/amiata-geotermia-ambiente-e-salute-3-date-per-4-incontri/  –  http://www.amiatanews.it/piancastagnaio-assemblea-del-nascente-comitato-per-la-tutela-del-territorio-dallo-sfruttamento-geotermico/). Alcuni rappresentanti dei comitati suddetti, uniti in mattinata ad altre espressioni popolari legate alle problematiche occupazionali sull’Amiata, hanno manifestato il proprio dissenso proprio lo scorso martedì, recandosi presso il Palazzo Comunale, cercando di incontrare il Sindaco Vagaggini, che, ignaro della visita e impegnato in altro, ha accettato brevemente di confrontarsi con i rappresentanti anti geotermici residenti nel Comune di Piancastagnaio, interessato in parte dal progetto della centrale di Poggio Montone, rimandando alla conferenza stampa della sera, la spiegazione della posizione dell’Amministrazione Comunale a riguardo.

Poggio_Montone_Piantina_01

Dopo questo riassuntivo resoconto della giornata, testimonianza delle posizioni che da anni si confrontano sull’Amiata, cerchiamo dunque di fare un po’ di chiarezza, oltre che attraverso le dichiarazioni di Vagaggini anche attraverso la documentazione ufficiale del Comune di Piancastagnaio, ovvero le cosiddette “Osservazioni”, ovvero le criticità, alla VIA (Valutazione di Impatto Ambientale) del Progetto di Poggio Montone, riportandone di seguito il contenuto, così come fornitoci dalla fonte, ricordando che il Comune ha tempèo fino al 20 di Ottobre 2017 per la loro presentazione in Regione, così come previsto dalla normativa dell’ente governativo toscano.

Le 9 osservazioni, scritte in data 5 Ottobre 2017, ribadiscono nell’introduzione il parere negativo del Comune, così come evidenziato all’inizio del documento:
“L’Amministrazione comunale di Piancastagnaio, visionata la documentazione presentata dalla proponente Sorgenia, ha rilevato le seguenti criticità, espresse nelle OSSERVAZIONI DA N° 1 A N° 9,  che non permettono di accettare il progetto e pertanto esprime parere NEGATIVO”

Vediamo dunque, punto per punto, le 9 osservazioni

OSSERVAZIONE N° 1
Il progetto “Poggio Montone” insiste in aree vincolate dal punto di vista paesaggistico

Dall’allegato B al progetto, Relazione Paesaggistica, si evidenzia come questo insista in aree boscate e vincolate, si rileva che, al paragrafo 4, Valutazione impatto paesaggistico, il progetto viene giudicato di modesta entità e, per il cantiere, di durata limitata, l’impatto paesaggistico di tali attività viene considerato “Trascurabile”.
Considerando che la permanenza degli impianti di perforazione è stimata in circa 25 mesi nel caso in cui non si rendesse necessaria la realizzazione dei pozzi di “riserva”) e potrebbe anche essere superiore, che le tubazioni di collegamento tra pozzi e l’impianto ORC verranno realizzate interrate con uno scavo lungo 3 km e largo 5 metri, mentre la linea elettrica che potrebbe essere interrata in un piccolo scavo sarà invece aerea, che le aree occupate saranno di circa 65.000 mq;
L’Amministrazione Comunale di Piancastagnaio ritiene che le conclusioni del proponente che: “Complessivamente la valutazione permette di stimare un impatto paesaggistico dell’intervento prevalentemente Basso” non siano condivisibili e che, pertanto, il progetto non sia accettabile

OSSERVAZIONE N° 2
Il progetto “Poggio Montone” insiste in aree ad alta pericolosità geologica

 Dall’allegato 1 al progetto, Relazione Geologica, le aree interessate dalle postazioni (PM1-PM5) risultano avere la medesima classificazione: (Pericolosità MEDIA) di Pericolosità geomorfologica; le aree PM1, PM2 e PM4 risultano direttamente interessate dalla presenza di aree in frana quiescente. Ciononostante, al fine di caratterizzare al meglio la continuità e profondità delle coltri dimoranti sul substrato, la relazione stessa consiglia su queste tre aree approfondimenti di indagine; quanto sopra anche in considerazione del fatto che le verifiche di stabilità eseguite sulle tre aree mostrano coefficienti di sicurezza del cerchio critico molto vicini al valore minimo considerato accettabile; la condotta di reiniezione dei fluidi interessa un territorio quasi interamente classificato a Pericolosità Geologica 3 (Elevata), per cui si ritiene prudente effettuare approfondimenti di indagine.
L’Amministrazione Comunale di Piancastagnaio ritiene, per quanto sopra esposto nella stessa relazione, che il progetto non sia accettabile

OSSERVAZIONE N° 3
Fattibilità e criticità del progetto.

Dal progetto elaborato dal proponente si evidenzia che l’impianto utilizzerà una tecnologia innovativa con un ciclo denominato ORC, che utilizzerà un sistema di gas-lift per il prelevamento del fluido dal serbatoio, che avrà un costo complessivo di circa 68 M€ ed un rendimento previsto di circa 11%.
L’Amministrazione Comunale di Piancastagnaio ritiene che, considerata la innovazione ma anche la criticità del progetto, debba porsi maggiore attenzione alla sua fattibilità tecnico/economica e che, pertanto, il progetto, così come formulato, non sia accettabile.

OSSERVAZIONE N° 4
Integrazioni al progetto

Nella documentazione di progetto manca:

  • il lay-out complessivo di impianto, ciò non consente di capire quali attrezzature sono previste, in particolare per quelle relative alla sicurezza, è citata una pompa diesel di emergenza per l’antincendio, non è citato come si fronteggia l’emergenza della mancanza di energia elettrica dalla produzione e/o dalla rete AT, non si capisce come si interverrà per la messa in sicurezza degli impianti: chiusura dei pozzi, eventuale erogazione in aria del fluido geotermico, sicurezza antincendio;
  • la individuazione dei prodotti anti incrostanti che saranno utilizzati, iniettati in pozzo, per prevenire fenomeni di incrostazione ed occlusione dei pozzi stessi;
  • l’allegato 10 – Computo metrico di dettaglio: è citato nella relazione ma non è allegato;

L’Amministrazione Comunale di Piancastagnaio ritiene che la documentazione mancante sia fondamentale e che, pertanto, il progetto non sia accettabile

OSSERVAZIONE N° 5
Scheda di Sicurezza dei Fluidi Organici 1,3,3,3-tetrafluoropropene.

La scheda di Sicurezza del fluido organico utilizzato dal OCR è in inglese, è opportuno che sia in Italiano, vista la pericolosità del fluido che, anche se ha una bassa infiammabilità, è un gas nocivo per la salute e può generare asfissia.
Inoltre dalla documentazione non si evidenzia il rischio della fuoriuscita accidentale di tale fluido, né gli interventi da effettuare per prevenirla o per contenerla.
L’Amministrazione Comunale di Piancastagnaio ritiene che la documentazione mancante sia fondamentale e che, pertanto, il progetto non sia accettabile

OSSERVAZIONE N° 6
Valutazione di Impatto Acustico

Dall’allegato A – Valutazione di Impatto Acustico, si specifica che le prove di produzione avranno un funzionamento continuo e che se normalmente i valori limite di emissione, assoluti e differenziali di immissione sono rispettati presso tutti i ricettori considerati, si segnalano 2 situazioni di attenzione, relative alla fase di perforazione in corrispondenza di PM4 (sospetto superamento del limite differenziale di immissione notturno su 1 recettore) e alla fase di prova di produzione di lunga durata in corrispondenza di PM5 “di riserva” (superamento del limite di emissione notturno presso 2 recettori, del limite assoluto di immissione diurno/notturno presso 1 recettore e del differenziale di immissione notturno presso 3 recettori).
L’Amministrazione Comunale di Piancastagnaio ritiene che il richiedente debba adeguare le apparecchiature in modo tale non da chiedere deroghe ma da rispettare i limiti alle emissioni consentiti e che, pertanto, il progetto non sia accettabile

OSSERVAZIONE N° 7
Reiniezione

Dallo Screening di Incidenza Ambientale si caratterizza il fluido geotermico affermando che  è ragionevole ritenere che il fluido presenti caratteristiche analoghe a quelle misurate presso il pozzo Nibbio 2, con gas incondensabili costituiti prevalentemente da anidride carbonica, ed una concentrazione di Acido Solfidrico (H2S) dello 0,275% in peso sul gas totale. In via cautelativa, ai fini della valutazione dell’impatto, è stata comunque considerata una percentuale di H2S pari ad oltre il doppio (0,6% in peso). Inoltre al punto 5.6 del progetto si evidenzia che al fine di confermare le caratteristiche chimico-fisiche del fluido e le caratteristiche idrodinamiche del serbatoio, saranno effettuate specifiche prove di produzione: a breve termine (BT), per la “ripulitura del pozzo” e la caratterizzazione preliminare, eseguite con la presenza della sonda di perforazione, della durata di massimo qualche ora e  prove di produzione e reiniezione a lungo termine (LT), tra polo produttivo e polo reiniettivo, della durata di circa 14 giorni.
Durante tali prove il fluido geotermico sarà immesso in aria senza alcun abbattimento degli inquinanti; inoltre la reiniezione degli incondensabili si sperimenterà solo a pozzi perforati. L’Amministrazione Comunale di Piancastagnaio ritiene che debbano essere meglio organizzate tali prove in modo da ridurre al massimo l’impatto sull’ambiente e che debbano essere fornite maggiori assicurazioni circa la reiniezione degli incondensabili che viene dichiarata si sperimenterà solo a pozzi perforati e che, pertanto, il progetto non sia accettabile

OSSERVAZIONE N° 8
Materiale di scavo

Dall’ Allegato E: Piano di utilizzo terre (PUT), punto 2., dal Computo degli scavi risulta che per la realizzazione delle 5 postazioni di produzione e reiniezione previste dal progetto, saranno scavati in totale 70.359,0 m3 di terra, di cui 47.729,9 m3 saranno riutilizzati per rinterri e sistemazioni. Le analisi chimiche hanno rilevato che tutti i parametri ricercati, in tutti i campioni analizzati sono risultati conformi ad eccezione del parametro Cobalto, che tutti i n° 92 campioni di terreno analizzati hanno rilevato presenza di Cobalto con valori di concentrazione compresi tra 8,36 mg/kg e 31,9 mg/kg (UCL 95 per la serie di dati rilevati è pari a 25,16 mg/kg); e per  n° 17 campioni, ha evidenziato valori di concentrazione superiori alle CSC per le aree ad uso verde/residenziale.
Anche se dei n° 17 superamenti delle CSC per le aree ad uso verde/residenziale del parametro Cobalto, n° 16 sono stati rilevati nelle future aree di produzione e di reiniezione, per le quali sono state applicate le CSC per le aree ad uso commerciale/industriale.
L’Amministrazione Comunale di Piancastagnaio ritiene che, anche in relazione all’elemento Cobalto, debba fornirsi un piano dettagliato del riutilizzo delle terre di scavo e sopratutto indicare le modalità di smaltimento della differenza tra lo scavo ed il riutilizzo (circa 22.000 m3) e che, pertanto, il progetto non sia accettabile

OSSERVAZIONE N° 9
Ricadute Socio-Economiche del Progetto

Dalla Tabella di sintesi delle ricadute dirette attese si rilevano le risorse che saranno utilizzate durante la costruzione e l’esercizio del nuovo impianto:

  • Costruzione: Opere civili, perforazione,costruzione Impianto ed infrastrutture (risorse esterne) 20 ÷ 35 per 3 anni 2018 – 2021
  • Esercizio e controllo Impianto ed infrastrutture: (risorse interne) per 27 anni  2021 – 2048
  • Manutenzione Impianto, opere ed infrastrutture: (risorse esterne) per 27  anni 2021 – 2048
  • Stima del personale specializzato delle imprese e delle compagnie di servizio che impiegheranno le strutture ricettive locali: Perforazione 20 ÷ 30 per 2 anni 2019 – 2020
  • Costruzione e commissioning Centrale 50 ÷ 80 per 2 anni 2020 – 2021

Il richiedente elenca le risorse necessarie per la costruzione e l’esercizio dell’impianto ma non indica le modalità del reclutamento almeno per quelle risorse di minor contenuto tecnologico che potrebbero essere presenti in zona, né le modalità del reperimento di imprese che svolgeranno lavori in appalto.
Inoltre anche se l’esercizio dell’Impianto Geotermico consentirà: di cedere gratuitamente il calore geotermico residuo (a bassa entalpia 50°) si deve evidenziare come tale temperatura renda praticamente inutilizzabile per teleriscaldamento ed altri processi che necessitano fluido a temperatura più alta.
L’Amministrazione Comunale di Piancastagnaio ritiene che debba fornirsi un piano dettagliato delle modalità di reclutamento delle risorse interne ed esterne e che venga prevista la possibilità, se richiesta, di cessione di fluido a temperatura più elevata e che, pertanto, il progetto non sia accettabile

Lascia un commento

ATTIVA COOKIES
Chiudi questa finestra e acconsenti ai cookie su questo sito Acconsento

Dati personali

Privacy e cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016 (“GDPR”), dell’art. 13 e dell’art. 122 del D.lgs. 196/2003 (“Codice in materia di protezione dei dati personali”) e del provvedimento del Garante della privacy dell’8 maggio 2014 (“Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie”)

La presente informativa è resa a coloro che si collegano al presente sito internet di titolarità di IT 2000 di Marco Conti (ditta individuale). Essa ha lo scopo di descrivere il trattamento dei dati personali degli utenti che consultano il Sito e/o che usufruiscono dei servizi resi accessibili attraverso il Sito stesso, quali a titolo meramente esemplificativo, acquisto on line di libri, l’iscrizione alla newsletter. La presente informativa è resa soltanto per il Sito e per gli ulteriori siti di titolarità di IT 2000 di Marco Conti, ma non anche per altri siti web di titolarità di terzi eventualmente consultati dagli utenti tramite appositi link. Si invitano gli utenti a leggere attentamente la presente informativa prima di inoltrare qualsiasi tipo di informazione personale e/o compilare qualunque modulo elettronico presente sul Sito.

Titolare e responsabile del trattamento dei dati personali
Titolare del trattamento IT 2000 di Marco Conti, con sede legale in Vicolo della Musica, 25, Piancastagnaio Siena P. IVA 01259640520 – Cod. Fiscale CNT MRC 62L26 H5L1T.
Non è stato nominato il responsabile della protezione dei dati (DPO) di cui all’art.37 del regolamento UE 2016/679 in quanto le attività principali del titolare del trattamento non consistono nel monitoraggio regolare e sistematico degli interessati su larga scala, né nel trattamento su larga scala di categorie particolari di dati di cui all’articolo 9.

Tipologia di dati trattati
IT 2000 di Marco Conti, titolare di Amiatanews, può raccogliere alcuni dati inseriti dagli utenti nei moduli (form), quali ad esempio nome, cognome, indirizzo email e/o altri dati personali eventualmente forniti volontariamente dagli utenti durante la fase di iscrizione alla newsletter o altre richieste inoltrate dall’utente tramite il Sito.
Il Sito è accessibile agli utenti senza necessità di conferimento dei propri dati personali.

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo Sito acquisiscono automaticamente, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati provenienti dal browser utilizzato che vengono poi trasmessi implicitamente nell’uso dei protocolli di comunicazione Internet. Rientrano in questa categoria di dati, ad esempio, gli indirizzi IP, i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al Sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, la fascia oraria della richiesta al server, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente. Si tratta di informazioni che, di base, non sono raccolte per essere associate a interessati identificati e che possono essere utilizzate da IT 2000 di Marco Conti al fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del Sito e per controllarne il corretto funzionamento. Tali informazioni potrebbero, inoltre, essere utilizzate per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del Sito.

Finalità e base giuridica del trattamento
I dati personali degli utenti del Sito saranno trattati esclusivamente secondo le finalità e modalità di seguito descritte nell’elenco che segue:

  • Rilevare la sua esperienza d’uso delle nostre piattaforme, dei prodotti e servizi che offriamo e assicurare il corretto funzionamento delle pagine web e dei loro contenuti.
    I trattamenti posti in essere per queste finalità si basano su un legittimo interesse del Titolare.

Modalità del trattamento
Il trattamento dei dati personali avverrà nel pieno rispetto dei principi di riservatezza, correttezza, necessità, pertinenza, liceità e trasparenza imposti dal GDPR. Il trattamento dei dati personali verrà effettuato prevalentemente mediante l’utilizzo di strumenti elettronici, ma anche in modo manuale-cartaceo, in conformità con le disposizioni normative vigenti. Idonee misure di sicurezza saranno osservate per prevenire la perdita dei dati personali, usi illeciti o non corretti degli stessi ovvero accessi non autorizzati.

Natura obbligatoria o facoltativa del conferimento dei dati
Il conferimento da parte dell’utente dei propri dati personali (come meglio individuati nel relativo form di raccolta dati con apposita dicitura) è necessario, a seconda dei casi, per evadere richieste e domande dell’utente o per fornirgli i beni e servizi domandati. Il mancato conferimento di tali dati impedisce, pertanto, all’utente di ricevere le informazioni, i beni e/o servizi richiesti. Il trattamento dei dati in questione, in quanto volto a evadere richieste dell’interessato, non necessita dell’espresso consenso dell’utente. Il conferimento da parte dell’utente dei dati personali per finalità di marketing è, invece, facoltativo e il relativo trattamento può avvenire soltanto con l’espresso consenso dell’utente. Il mancato conferimento dei dati personali per tali finalità non impedisce all’utente l’accesso alle varie aree del Sito ovvero il ricevimento delle informazioni o la fornitura dei beni e/o servizi richiesti.

Ambito di comunicazione e diffusione dei dati
Per il perseguimento delle finalità di cui ai punti precedenti e nei limiti di quanto a ciò strettamente necessario, i dati personali dell’utente potranno essere portati a conoscenza di dipendenti e collaboratori di IT 2000 di Marco Conti, all’uopo nominati responsabili e/o incaricati del trattamento, in ragione e nei limiti delle mansioni ed incarichi ai medesimi assegnati. Potranno, inoltre, venire a conoscenza dei dati personali dell’utente i seguenti soggetti che svolgono attività connesse e/o di supporto alle attività di IT 2000 di Marco Conti e a cui quest’ultima potrebbe rivolgersi – previa nomina quali responsabili del trattamento – per l’espletamento delle predette attività, nei limiti di quanto a ciò strettamente necessario e nel rispetto delle finalità di cui ai precedente punti: i gestori e amministratori del sistema informatico di cui IT 2000 di Marco Conti si avvale; i soggetti che svolgono attività di assistenza e consulenza in favore di IT 2000 di Marco Contiin materia amministrativa, contabile, fiscale e legale; i soggetti che svolgono in favore di IT 2000 di Marco Conti attività logistica, di spedizione e trasporto; i soggetti a cui la facoltà di accedere ai dati personali dell’utente è riconosciuta da disposizioni di legge, regolamenti e/o dalla normativa comunitaria.

Conservazione dei dati
I dati personali forniti saranno trattati per tutta la durata del rapporto contrattuale tra di noi in essere e ulteriormente conservati esclusivamente per il periodo previsto per l’adempimento di obblighi di legge, sempre che non risulti necessario conservarli ulteriormente per difendere o far valere un diritto o per adempiere a eventuali ulteriori obblighi di legge o ordini delle Autorità.

Diritti degli interessati
In relazione al trattamento dei dati personali, l’interessato ha diritto di chiedere a IT 2000 di Marco Conti  l’accesso – può chiedere conferma che sia o meno in essere un trattamento di dati che la riguardano, oltre a maggiori chiarimenti circa le informazioni di cui alla presente Informativa, nonché di ricevere i dati stessi, nei limiti della ragionevolezza; la rettifica: può chiedere di rettificare o integrare i dati che ci ha fornito o comunque in nostro possesso, qualora inesatti; la cancellazione – può chiedere che i suoi dati acquisiti o trattati da IT 2000 di Marco Conti vengano cancellati, qualora non siano più necessari alle nostre finalità o laddove non vi siano contestazioni o controversie in essere, in caso di revoca del consenso o sua opposizione al trattamento, in caso di trattamento illecito, ovvero qualora sussista un obbligo legale di cancellazione; la limitazione – può chiedere la limitazione del trattamento dei suoi dati personali, quando ricorre una delle condizioni di cui all’art. 18 del GDPR; in tal caso, i suoi dati non saranno trattati, salvo che per la conservazione, senza il suo consenso fatta eccezione per quanto esplicitato nel medesimo articolo al comma 2. l’opposizione – può opporsi in qualunque momento al trattamento dei suoi dati sulla base di un nostro legittimo interesse, salvo che vi siano nostri motivi legittimi per procedere al trattamento che prevalgano sui suoi, per esempio per l’esercizio o la nostra difesa in sede giudiziaria; la sua opposizione prevarrà sempre e comunque sul nostro interesse legittimo a trattare i suoi dati per finalità di marketing; la portabilità – può chiedere di ricevere i suoi dati, o di farli trasmettere ad altro titolare da lei indicato, in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico.
Inoltre, ai sensi dell’art. 7, par. 3, GDPR, la informiamo che può esercitare in qualsiasi momento il suo diritto di revoca del consenso, senza che venga pregiudicata la liceità del trattamento basata sul consenso prestato antecedentemente. La informiamo che ha, altresì, diritto di proporre reclamo dinanzi all’Autorità di Controllo, che in Italia è il Garante per la Protezione dei Dati Personali.
Per esercitare tali diritti, segnalare problemi o chiedere chiarimenti sul trattamento dei propri dati personali può inviare una mail al seguente indirizzo: amiatanews@gmail.com oppure scrivere al Titolare del Trattamento all’indirizzo postale: IT 2000 di Marco Conti, Vicolo della Musica, 25 – 53025 Piancastagnaio (Siena)

Utilizzo dei cookie

Cosa sono i cookie
Un “cookie” è un file di testo creato sul computer dell’utente al momento in cui questo accede ad un determinato sito, col fine di immagazzinare informazioni che possono essere usate durante la visita corrente o in visite successive dello stesso sito. I cookie sono inviati da un server web (che è il computer sul quale è in esecuzione il sito web visitato) al browser dell’utente (Google Chrome, Mozilla Firefox, Internet Explorer, ecc) e memorizzati sul computer di quest’ultimo.

I cookie possono essere distinti sulla base di diversi criteri:

  • In base a chi li gestisce:
    • Cookie propri o di prima parte: si tratta dei cookie installati direttamente dal titolare del sito;
    • Cookie di terze parti: si tratta dei cookie installati attraverso il sito da soggetti terzi rispetto al titolare del sito.
  • In base al tempo in cui restano attivi:
    • Cookie di sessione: questi cookie conservano le informazioni necessarie durante la sessione di navigazione e vengono cancellati subito dopo la scadenza della sessione, ovvero con la chiusura del browser;
    • Cookie persistenti: sono conservati nel tuo computer per un certo tempo che va oltre la sessione di navigazione e il sito li legge ogni volta che effettui una nuova visita. Un cookie persistente possiede una data di scadenza determinata. Il cookie smetterà di funzionare dopo tale data.
  • In base alle finalità:
    I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Si utilizzano, ad esempio, per memorizzare le preferenze dell’utente, per rendere più pertinenti gli annunci pubblicitari, per contare il numero di visitatori su una pagina.
    Sulla base delle diverse funzioni da essi svolti, i cookie utilizzati possono essere distinti in:

    • Cookie tecnici
      Sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall’utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web. Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure.
    • Cookie di profilazione
      Sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell’utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. Con questi cookie possono essere trasmessi al terminale dell’utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.

Tipologie di cookie utilizzate 
I cookie si utilizzano per il funzionamento tecnico del carrello dei prodotti e per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sulle visite al sito. Non vengono invece in alcun modo utilizzati cookie per finalità profilanti, e ciò anche con riferimento all’installazione, attraverso il sito, di cookie di terze parti che potrebbero da queste essere utilizzati, in modo del tutto autonomo, per loro fini di profilazione.

Nome Durata Funzione
PHPSESSID Si cancella al termine della sessione di navigazione Identifica una sessione utente
cart_in_use 6 minuti Nell’ambito di una sessione di navigazione, memorizza i dati relativi ai prodotti che l’utente inserisce nel carrello per procedere all’acquisto.
_ga 2 anni Distingue gli utenti tra loro. Raccoglie dati in modo anonimo.
_gid 24 ore Distingue gli utenti tra loro. Raccoglie dati in modo anonimo.
_gat 1 minuto Limita la raccolta di dati in siti molto trafficati. Raccoglie dati in modo anonimo.
  • PHPSESSID, cart_in_use sono cookie tecnici necessari a procedere all’acquisto dei prodotti in vendita sul sito. La loro disattivazione impedisce solo il funzionamento del carrello dei prodotti.
  • _ga, _gid, _gat sono cookie di monitoraggio che possono essere disattivati senza alcuna conseguenza sulla navigazione sito. Per disabilitarli si veda la sezione successiva.
    Il sito si avvale del servizio Google Analytics della società Google, Inc. (di seguito “Google”) per la generazione di statistiche sull’utilizzo del sito web; Google Analytics utilizza cookie che non memorizzano dati personali. Le informazioni ricavabili dai cookie sull’utilizzo del sito web da parte degli utenti (compresi gli indirizzi IP) verranno trasmesse dal browser dell’utente a Google, con sede a 1600 Amphitheatre Parkway, Mountain View, CA 94043, Stati Uniti, e depositate presso i server della società stessa.
    Secondo i termini di servizio in essere, Google utilizzerà queste informazioni, in qualità di titolare autonomo del trattamento, allo scopo di tracciare e esaminare l’utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito ad uso degli operatori del sito stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web, alle modalità di connessione (mobile, pc, browser utilizzato etc) e alle modalità di ricerca e raggiungimento delle pagine del portale. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non associerà gli indirizzi IP a nessun altro dato posseduto da Google.
    Per consultare l’informativa privacy della società Google, relativa al servizio Google Analytics, si prega di visitare il sito Internet http://www.google.com/intl/en/analytics/privacyoverview.html
    Per conoscere le norme sulla privacy di Google, si invita a vistare il sito Internet http://www.google.com/intl/it/privacy/privacy-policy.html
    Utilizzando questo sito, si acconsente al trattamento dei propri dati da parte di Google per le modalità e i fini sopra indicati.

Disattivazione dei cookie
È possibile negare il consenso all’utilizzo dei cookie selezionando l’impostazione appropriata sul proprio browser. Di seguito forniamo i link che spiegano come disabilitare i cookie per i browser più diffusi:

In alternativa è possibile disabilitare soltanto i cookie di Google Analytics, utilizzando il componente aggiuntivo fornito da Google per i browser principali.