Piancastagnaio. Il Rettore Alessandro Bocchi: “Il Magistrato deve essere il luogo del dialogo e della proposta condivisa delle Contrade.”

Amiatanews (Marco Conti): Piancastagnaio 04/02/2018
Tante le volontà e le ambizioni del neo Rettore, che si è insediato ufficialmente lo scorso Venerdì in un incontro cordiale con il Sindaco e le Dirigenze delle Contrade. Lo abbiamo incontrato ieri, nel Palazzo Comunale di Piancastagnaio…

Si è ufficialmente insediato venerdì 2 febbraio il nuovo rettore del magistrato delle Contrade Alessandro Bocchi che va a sostituire il suo predecessore, Pierangelo Fabbrizi, che fu scelto direttamente dal sindaco di Piancastagnaio, Luigi Vagaggini, dopo le dimissioni di Giuseppe Sani e il periodo di transizione guidato dal Pro Rettore Enzo Piccini.

«Dopo la richiesta, ho dato disponibilità alla mia Contrada (Voltaia ndr); – ci dice subito il neo Rettore durante il nostro incontro di ieri mattina – Il Sindaco, così come prevede il Regolamento attuale, aveva proposto un proprio candidato (ci sono in vista possibili variazioni nella procedura di nomina del Rettore ndr); il ritiro di questi e una sostanziale valutazione positiva da parte dalle altre Contrade verso la mia persona, ha permesso la mia elezione senza particolari problemi. Per questo, voglio ringraziare la mia Contrada Voltaia, il Sindaco e anche le Dirigenze di Borgo, Castello e Coro.»

Alessandro Bocchi, di Piancastagnaio, 38enne avvocato in un importante studio di Grosseto, appassionato, proprietario e conoscitore di cavalli, del mondo dell’ippica oltre che di quello paliesco, è contradaiolo di Voltaia, dove ha ricoperto anche il ruolo di Priore proprio nel periodo della ristrutturazione dello stesso Magistrato delle Contrade, stravolto nella forma e nella sostanza dall’introduzione della figura dei Difensori al posto di quella dei Priori, scelta che, a parer nostro, fu tra le cause dell’inizio di un ruolo sempre più distante da quello originario, principalmente rivolto alla tutela dell’immagine delle Contrade e di garante dell’applicazione del Regolamento comunale sul Palio. Una scelta piuttosto discussa a suo tempo, ancor oggi oggetto di critica, almeno da una parte di molti contradaioli, soprattutto quelli “più anziani”, che vedono da sempre in quel cambiamento uno dei motivi accresciuti di alcune difficoltà nei rapporti tra Contrade e il mondo esterno, tra cui lo stesso Comune.

Il ritrovare l’armonia tra le Contrade, almeno all’interno dell’organo che le rappresenta, è proprio uno dei punti più importanti a cui subito ha fatto riferimento il neo Rettore a cui rinnoviamo anche su queste pagine il nostro “in bocca al lupo per il delicato incarico”.
«Fatte le procedure amministrative previste dal passaggio di consegne e dallo statuto interno, uno degli obiettivi principali che mi sono posto, è proprio quello di riportare il Magistrato delle Contrade a essere il luogo del dialogo e dell’incontro e non quello della divisione fra Contrade che, spesso, coinvolge anche altri  soggetti importantissimi come lo stesso Comune. Questo è per me molto importante, anche per aver vissuto tali situazioni direttamente come dirigente di Contrada. Sono d’accordo che sia necessario riportare le cose al suo posto, ognuno col proprio ruolo nel rispetto della Festa e dei mandati ricevuti. Le Contrade devono fare le proposte e farle in maniera unitario, dando anche concreta dimostrazione di responsabilità e volontà del fare, stando attente alle normative attuali che regolano le proprie attività e le relazioni con il Magistrato delle Contrade e, di conseguenza, con la stessa Amministrazione Comunale, punto di riferimento essenziale. Se è vero che le Contrade sono parte della società pianese, è anche vero che non può essere assente la figura del Comune perché è lì che  risiedono e sono custodite le norme, del resto decise dopo democratica votazione dal Consiglio Comunale. Anche per questo, per quanto mi riguarda, lavorerò per evitare divisioni o contrapposizioni tra le Contrade all’interno del Magistrato che rappresenta una parte fondamentale della società di Piancastagnaio e che deve essere un organo “super partes”, che vigila sull’applicazione del Regolamento e che faccia da garante anche per le tradizioni paliesche codificate, cercando di capire quelle non codificate, imponendo la propria competenza solo in casi estremi che non mi auguro. Conosciamo alcune situazioni di difficoltà nelle decisioni all’interno del Magistrato, dove non sempre si riusciva a divenire il luogo di incontro, pur con l’ottimo lavoro dei miei predecessori a cui riconosco il valore dell’impegno e le capacità nel cercare di ottemperare alle situazioni non sempre facili, come probabilmente non lo sarà per me. Anche per questo, ho chiesto una forte collaborazione ai Priori delle quattro Contrade e agli stessi Capitani e allo stesso Sindaco ieri sera (Venerdì 2  Febbraio ndr), nel nostro primo incontro per così dire ufficiale, ricevendone la condivisione e l’appoggio. Per quel che riguarda l’attuale forma del Magistrato, certamente la figura del Priore, che rappresenta la contrada anche sotto l’aspetto legale, è assolutamente un punto di riferimento; per questo ho già chiesto una significativa collaborazione con i quattro Priori che devono ricordarsi sempre di esserlo, con le importanti responsabilità a cui sono chiamati dai propri contradaioli anche verso lo stesso Magistrato, punto di unione fra Contrade e Comune che prenderà eventuali decisioni su proposte condivise.»

Nelle idee di Bocchi non c’è solamente l’aspetto prettamente legato al Palio ma anche quello legato all’evoluzione storica, sociale e culturale delle Contrade.
«Ho in mente da tempo la realizzazione di una pubblicazione che parli delle Contrade sotto l’aspetto storico e territoriale. Dopo alcune pubblicazioni, del resto molto belle e che conservo con cura dove venivano presentati attraverso i costumi e i palii vinti le Contrade pianesi, credo sia interessante inquadrare i nostri territori  conoscendone l’evoluzione storica. Le Contrade sono sempre esistite e hanno sempre avuto il nome di Borgo, Castello, Coro (prima Stretto) e Voltaia. Anche negli stessi Statuti, viene riportato questo aspetto e, in molti testi, viene affiancato al nome del capofamiglia, proprio la Contrada di appartenenza. Esse nascono ancor prima del Palio e non hanno mai nascosto la propria rivalità nel tempo. Alla pubblicazione chiederò il supporto di preparati storici locali e senesi, il consiglio e la consulenza dei Rettori che mi hanno preceduto oltre a quella delle stesse Contrade.»

Questa volontà, introduce inevitabilmente anche all’altro importante tema, quello della definizione dei confini, mai definitivamente tracciati, come del resto accade in tutti i centri di origine medievale dove spesso sono oggetto di discussione tra contradaioli; chi scrive, ha più volte proposta  l’idea di apporre ai numeri civici del centro storico, il simbolo della Contrada in un angolo così da definire e far capire a chi legge in quale Contrada si trova…
«Ci sono anche mappe, che individuano o disegnano i confini dei quattro rioni Pianesi – dice il Rettore Bocchi – Approfondire questa tematica dopo tanti anni dall’ultima revisione (avvenuta nella seconda metà degli anni ’80 ndr), sarebbe motivo di collettivo interesse e parte anche della pubblicazione che ho in mente di realizzare con le Contrade; per questo, come detto in precedenza, è necessaria la consulenza di persone preparate molto più di me in questo argomento così delicato ma anche così dibattuto da tempo.»

Si parla da tempo di una nuova pista, in alternativa a quella attuale ricavata all’interno del campo sportivo. Personalmente sono anni, dal primo mandato di Rettore, che propongo l’area adiacente il Santuario della Madonna di San Pietro, a cui è dedicata il Palio, come possibile soluzione anche per il fatto che la proprietà immobiliare è in procinto di divenire interamente comunale.
«Si, anche ieri sera il discorso della pista è stato uno dei punti presi in considerazione. Già nel 2010 ero favorevole alla creazione di una nuova pista e anche il Sindaco è conscio di questa necessità; bisogna tener conto del Piano Strutturale, che, se ho ben capito, è a oggi solo adottato e dunque bisognerà vedere la possibilità di modifiche. Questa rimane comunque una necessità e una problematica da risolvere, anche in relazione alle ben note normative in vigore sulle corse o manifestazioni che vedono l’utilizzo dei cavalli. Anche i Capitani, venerdì sera, si sono dimostrati consapevoli e ben predisposti verso una nuova pista.»
A tal proposito, ricordiamo che lo stesso Bocchi, era stato contattato dall’Amministrazione Comunale durante il 2017, per valutare, sotto l’aspetto giuridico, le direttive dell’ordinanza sindacale del Ministro della Salute.

Piano_Pista_Madonna_02
Nuova pista di Piancastagnaio: una delle proposte di Marco Conti

Molto il lavoro da fare dunque per il nuovo Rettore Alessandro Bocchi, che già in questo primo incontro, cortesemente concordato per il giorno successivo alla ufficializzazione dell’incarico, sembra avere le idee abbastanza chiare soprattutto relativamente al ruolo del Magistrato delle Contrade, dei suoi componenti e della stesse Contrade.
Un Bocchi che succede a un Rettore, Pierangelo Fabbrizzi, che nell’ufficio personale messo a disposizione dall’Amministrazione Comunale, si è impegnato nell’affrontare le problematiche relative all’attuale pista del Palio in virtù delle ordinanze ministeriali, introducendo anche modifiche o innovazioni come quelle delle previsite dei cavalli, a cui va dato indubbio merito e buona riuscita, anche se l’esperienza del primo anno può già dare indicazioni per dei necessari miglioramenti. Forse, il Rettore uscente, non proveniente dal tessuto strettamente contradaiolo, si è occupato sin troppo di aspetti folkloristici o iniziative ben lontane dalla tradizione storica e sociale delle Contrade, accostate a particolari momenti promozionali o di rappresentanza come mai successo in passato e che, forse,  poteva far meglio relativamente alla attuale gestione della comunicazione.  Ma questo è anche nelle cose e le valutazioni potranno esser fatte ancor meglio in futuro, dove il “senno del poi” dirà la sua verità. Auguriamo, così come al nuovo Rettore, anche a Fabbrizzi, un buon proseguo delle proprie attività. Il Palio, poi, è altro.
Per il resto staremo a vedere. Auguri a tutti

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

ATTIVA COOKIES
Chiudi questa finestra e acconsenti ai cookie su questo sito Acconsento

Dati personali

Privacy e cookie

Informativa ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE n. 679/2016 (“GDPR”), dell’art. 13 e dell’art. 122 del D.lgs. 196/2003 (“Codice in materia di protezione dei dati personali”) e del provvedimento del Garante della privacy dell’8 maggio 2014 (“Individuazione delle modalità semplificate per l’informativa e l’acquisizione del consenso per l’uso dei cookie”)

La presente informativa è resa a coloro che si collegano al presente sito internet di titolarità di IT 2000 di Marco Conti (ditta individuale). Essa ha lo scopo di descrivere il trattamento dei dati personali degli utenti che consultano il Sito e/o che usufruiscono dei servizi resi accessibili attraverso il Sito stesso, quali a titolo meramente esemplificativo, acquisto on line di libri, l’iscrizione alla newsletter. La presente informativa è resa soltanto per il Sito e per gli ulteriori siti di titolarità di IT 2000 di Marco Conti, ma non anche per altri siti web di titolarità di terzi eventualmente consultati dagli utenti tramite appositi link. Si invitano gli utenti a leggere attentamente la presente informativa prima di inoltrare qualsiasi tipo di informazione personale e/o compilare qualunque modulo elettronico presente sul Sito.

Titolare e responsabile del trattamento dei dati personali
Titolare del trattamento IT 2000 di Marco Conti, con sede legale in Vicolo della Musica, 25, Piancastagnaio Siena P. IVA 01259640520 – Cod. Fiscale CNT MRC 62L26 H5L1T.
Non è stato nominato il responsabile della protezione dei dati (DPO) di cui all’art.37 del regolamento UE 2016/679 in quanto le attività principali del titolare del trattamento non consistono nel monitoraggio regolare e sistematico degli interessati su larga scala, né nel trattamento su larga scala di categorie particolari di dati di cui all’articolo 9.

Tipologia di dati trattati
IT 2000 di Marco Conti, titolare di Amiatanews, può raccogliere alcuni dati inseriti dagli utenti nei moduli (form), quali ad esempio nome, cognome, indirizzo email e/o altri dati personali eventualmente forniti volontariamente dagli utenti durante la fase di iscrizione alla newsletter o altre richieste inoltrate dall’utente tramite il Sito.
Il Sito è accessibile agli utenti senza necessità di conferimento dei propri dati personali.

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo Sito acquisiscono automaticamente, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati provenienti dal browser utilizzato che vengono poi trasmessi implicitamente nell’uso dei protocolli di comunicazione Internet. Rientrano in questa categoria di dati, ad esempio, gli indirizzi IP, i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al Sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, la fascia oraria della richiesta al server, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente. Si tratta di informazioni che, di base, non sono raccolte per essere associate a interessati identificati e che possono essere utilizzate da IT 2000 di Marco Conti al fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del Sito e per controllarne il corretto funzionamento. Tali informazioni potrebbero, inoltre, essere utilizzate per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del Sito.

Finalità e base giuridica del trattamento
I dati personali degli utenti del Sito saranno trattati esclusivamente secondo le finalità e modalità di seguito descritte nell’elenco che segue:

  • Rilevare la sua esperienza d’uso delle nostre piattaforme, dei prodotti e servizi che offriamo e assicurare il corretto funzionamento delle pagine web e dei loro contenuti.
    I trattamenti posti in essere per queste finalità si basano su un legittimo interesse del Titolare.

Modalità del trattamento
Il trattamento dei dati personali avverrà nel pieno rispetto dei principi di riservatezza, correttezza, necessità, pertinenza, liceità e trasparenza imposti dal GDPR. Il trattamento dei dati personali verrà effettuato prevalentemente mediante l’utilizzo di strumenti elettronici, ma anche in modo manuale-cartaceo, in conformità con le disposizioni normative vigenti. Idonee misure di sicurezza saranno osservate per prevenire la perdita dei dati personali, usi illeciti o non corretti degli stessi ovvero accessi non autorizzati.

Natura obbligatoria o facoltativa del conferimento dei dati
Il conferimento da parte dell’utente dei propri dati personali (come meglio individuati nel relativo form di raccolta dati con apposita dicitura) è necessario, a seconda dei casi, per evadere richieste e domande dell’utente o per fornirgli i beni e servizi domandati. Il mancato conferimento di tali dati impedisce, pertanto, all’utente di ricevere le informazioni, i beni e/o servizi richiesti. Il trattamento dei dati in questione, in quanto volto a evadere richieste dell’interessato, non necessita dell’espresso consenso dell’utente. Il conferimento da parte dell’utente dei dati personali per finalità di marketing è, invece, facoltativo e il relativo trattamento può avvenire soltanto con l’espresso consenso dell’utente. Il mancato conferimento dei dati personali per tali finalità non impedisce all’utente l’accesso alle varie aree del Sito ovvero il ricevimento delle informazioni o la fornitura dei beni e/o servizi richiesti.

Ambito di comunicazione e diffusione dei dati
Per il perseguimento delle finalità di cui ai punti precedenti e nei limiti di quanto a ciò strettamente necessario, i dati personali dell’utente potranno essere portati a conoscenza di dipendenti e collaboratori di IT 2000 di Marco Conti, all’uopo nominati responsabili e/o incaricati del trattamento, in ragione e nei limiti delle mansioni ed incarichi ai medesimi assegnati. Potranno, inoltre, venire a conoscenza dei dati personali dell’utente i seguenti soggetti che svolgono attività connesse e/o di supporto alle attività di IT 2000 di Marco Conti e a cui quest’ultima potrebbe rivolgersi – previa nomina quali responsabili del trattamento – per l’espletamento delle predette attività, nei limiti di quanto a ciò strettamente necessario e nel rispetto delle finalità di cui ai precedente punti: i gestori e amministratori del sistema informatico di cui IT 2000 di Marco Conti si avvale; i soggetti che svolgono attività di assistenza e consulenza in favore di IT 2000 di Marco Contiin materia amministrativa, contabile, fiscale e legale; i soggetti che svolgono in favore di IT 2000 di Marco Conti attività logistica, di spedizione e trasporto; i soggetti a cui la facoltà di accedere ai dati personali dell’utente è riconosciuta da disposizioni di legge, regolamenti e/o dalla normativa comunitaria.

Conservazione dei dati
I dati personali forniti saranno trattati per tutta la durata del rapporto contrattuale tra di noi in essere e ulteriormente conservati esclusivamente per il periodo previsto per l’adempimento di obblighi di legge, sempre che non risulti necessario conservarli ulteriormente per difendere o far valere un diritto o per adempiere a eventuali ulteriori obblighi di legge o ordini delle Autorità.

Diritti degli interessati
In relazione al trattamento dei dati personali, l’interessato ha diritto di chiedere a IT 2000 di Marco Conti  l’accesso – può chiedere conferma che sia o meno in essere un trattamento di dati che la riguardano, oltre a maggiori chiarimenti circa le informazioni di cui alla presente Informativa, nonché di ricevere i dati stessi, nei limiti della ragionevolezza; la rettifica: può chiedere di rettificare o integrare i dati che ci ha fornito o comunque in nostro possesso, qualora inesatti; la cancellazione – può chiedere che i suoi dati acquisiti o trattati da IT 2000 di Marco Conti vengano cancellati, qualora non siano più necessari alle nostre finalità o laddove non vi siano contestazioni o controversie in essere, in caso di revoca del consenso o sua opposizione al trattamento, in caso di trattamento illecito, ovvero qualora sussista un obbligo legale di cancellazione; la limitazione – può chiedere la limitazione del trattamento dei suoi dati personali, quando ricorre una delle condizioni di cui all’art. 18 del GDPR; in tal caso, i suoi dati non saranno trattati, salvo che per la conservazione, senza il suo consenso fatta eccezione per quanto esplicitato nel medesimo articolo al comma 2. l’opposizione – può opporsi in qualunque momento al trattamento dei suoi dati sulla base di un nostro legittimo interesse, salvo che vi siano nostri motivi legittimi per procedere al trattamento che prevalgano sui suoi, per esempio per l’esercizio o la nostra difesa in sede giudiziaria; la sua opposizione prevarrà sempre e comunque sul nostro interesse legittimo a trattare i suoi dati per finalità di marketing; la portabilità – può chiedere di ricevere i suoi dati, o di farli trasmettere ad altro titolare da lei indicato, in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico.
Inoltre, ai sensi dell’art. 7, par. 3, GDPR, la informiamo che può esercitare in qualsiasi momento il suo diritto di revoca del consenso, senza che venga pregiudicata la liceità del trattamento basata sul consenso prestato antecedentemente. La informiamo che ha, altresì, diritto di proporre reclamo dinanzi all’Autorità di Controllo, che in Italia è il Garante per la Protezione dei Dati Personali.
Per esercitare tali diritti, segnalare problemi o chiedere chiarimenti sul trattamento dei propri dati personali può inviare una mail al seguente indirizzo: amiatanews@gmail.com oppure scrivere al Titolare del Trattamento all’indirizzo postale: IT 2000 di Marco Conti, Vicolo della Musica, 25 – 53025 Piancastagnaio (Siena)

Utilizzo dei cookie

Cosa sono i cookie
Un “cookie” è un file di testo creato sul computer dell’utente al momento in cui questo accede ad un determinato sito, col fine di immagazzinare informazioni che possono essere usate durante la visita corrente o in visite successive dello stesso sito. I cookie sono inviati da un server web (che è il computer sul quale è in esecuzione il sito web visitato) al browser dell’utente (Google Chrome, Mozilla Firefox, Internet Explorer, ecc) e memorizzati sul computer di quest’ultimo.

I cookie possono essere distinti sulla base di diversi criteri:

  • In base a chi li gestisce:
    • Cookie propri o di prima parte: si tratta dei cookie installati direttamente dal titolare del sito;
    • Cookie di terze parti: si tratta dei cookie installati attraverso il sito da soggetti terzi rispetto al titolare del sito.
  • In base al tempo in cui restano attivi:
    • Cookie di sessione: questi cookie conservano le informazioni necessarie durante la sessione di navigazione e vengono cancellati subito dopo la scadenza della sessione, ovvero con la chiusura del browser;
    • Cookie persistenti: sono conservati nel tuo computer per un certo tempo che va oltre la sessione di navigazione e il sito li legge ogni volta che effettui una nuova visita. Un cookie persistente possiede una data di scadenza determinata. Il cookie smetterà di funzionare dopo tale data.
  • In base alle finalità:
    I cookie vengono utilizzati per vari scopi. Si utilizzano, ad esempio, per memorizzare le preferenze dell’utente, per rendere più pertinenti gli annunci pubblicitari, per contare il numero di visitatori su una pagina.
    Sulla base delle diverse funzioni da essi svolti, i cookie utilizzati possono essere distinti in:

    • Cookie tecnici
      Sono i cookie che servono a effettuare la navigazione o a fornire un servizio richiesto dall’utente. Non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare del sito web. Senza il ricorso a tali cookie, alcune operazioni non potrebbero essere compiute o sarebbero più complesse e/o meno sicure.
    • Cookie di profilazione
      Sono i cookie utilizzati per tracciare la navigazione dell’utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc. Con questi cookie possono essere trasmessi al terminale dell’utente messaggi pubblicitari in linea con le preferenze già manifestate dallo stesso utente nella navigazione online.

Tipologie di cookie utilizzate 
I cookie si utilizzano per il funzionamento tecnico del carrello dei prodotti e per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sulle visite al sito. Non vengono invece in alcun modo utilizzati cookie per finalità profilanti, e ciò anche con riferimento all’installazione, attraverso il sito, di cookie di terze parti che potrebbero da queste essere utilizzati, in modo del tutto autonomo, per loro fini di profilazione.

Nome Durata Funzione
PHPSESSID Si cancella al termine della sessione di navigazione Identifica una sessione utente
cart_in_use 6 minuti Nell’ambito di una sessione di navigazione, memorizza i dati relativi ai prodotti che l’utente inserisce nel carrello per procedere all’acquisto.
_ga 2 anni Distingue gli utenti tra loro. Raccoglie dati in modo anonimo.
_gid 24 ore Distingue gli utenti tra loro. Raccoglie dati in modo anonimo.
_gat 1 minuto Limita la raccolta di dati in siti molto trafficati. Raccoglie dati in modo anonimo.
  • PHPSESSID, cart_in_use sono cookie tecnici necessari a procedere all’acquisto dei prodotti in vendita sul sito. La loro disattivazione impedisce solo il funzionamento del carrello dei prodotti.
  • _ga, _gid, _gat sono cookie di monitoraggio che possono essere disattivati senza alcuna conseguenza sulla navigazione sito. Per disabilitarli si veda la sezione successiva.
    Il sito si avvale del servizio Google Analytics della società Google, Inc. (di seguito “Google”) per la generazione di statistiche sull’utilizzo del sito web; Google Analytics utilizza cookie che non memorizzano dati personali. Le informazioni ricavabili dai cookie sull’utilizzo del sito web da parte degli utenti (compresi gli indirizzi IP) verranno trasmesse dal browser dell’utente a Google, con sede a 1600 Amphitheatre Parkway, Mountain View, CA 94043, Stati Uniti, e depositate presso i server della società stessa.
    Secondo i termini di servizio in essere, Google utilizzerà queste informazioni, in qualità di titolare autonomo del trattamento, allo scopo di tracciare e esaminare l’utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito ad uso degli operatori del sito stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web, alle modalità di connessione (mobile, pc, browser utilizzato etc) e alle modalità di ricerca e raggiungimento delle pagine del portale. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non associerà gli indirizzi IP a nessun altro dato posseduto da Google.
    Per consultare l’informativa privacy della società Google, relativa al servizio Google Analytics, si prega di visitare il sito Internet http://www.google.com/intl/en/analytics/privacyoverview.html
    Per conoscere le norme sulla privacy di Google, si invita a vistare il sito Internet http://www.google.com/intl/it/privacy/privacy-policy.html
    Utilizzando questo sito, si acconsente al trattamento dei propri dati da parte di Google per le modalità e i fini sopra indicati.

Disattivazione dei cookie
È possibile negare il consenso all’utilizzo dei cookie selezionando l’impostazione appropriata sul proprio browser. Di seguito forniamo i link che spiegano come disabilitare i cookie per i browser più diffusi:

In alternativa è possibile disabilitare soltanto i cookie di Google Analytics, utilizzando il componente aggiuntivo fornito da Google per i browser principali.