Toscana. ENEL e Polizia Stradale insieme per la sicurezza su quattro ruote

0

Amiatanews: Siena 29/03/2018
Nove le giornate di formazione in Toscana, di cui 3 a Siena, 2 a Firenze, 2 a Pistoia e 2 a Pisa.
Concluso il ciclo di incontri dedicato alla sicurezza stradale con la consegna da parte di E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica, di un dispositivo Top Crash ai rappresentanti della Polizia Stradale Questo innovativo strumento permette di ricostruire in maniera precisa la scena dell’incidente e ottenere una rappresentazione grafica della collisione.

Si è concluso oggi il percorso di formazione toscano dedicato alla sicurezza sulle quattro ruote rivolto al personale di E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete di distribuzione elettrica di media e bassa tensione. L’iniziativa, realizzata in collaborazione con la Polizia Stradale, si pone l’obiettivo di sensibilizzare i dipendenti dell’azienda sui pericoli e i comportamenti scorretti alla guida e contenere il fenomeno degli incidenti sul tragitto casa lavoro, che rappresentano ad oggi una delle principali cause di infortunio.
I seminari hanno visto la partecipazione di un team di formatori d’eccellenza, composto dal Maggiore Pietro Ciaramella, comandante della Polizia Stradale di Siena, e dalla dottoressa Paola Torrusio, medico della Polizia di Stato. Per E-Distribuzione sono intervenuti il responsabile del dipartimento territoriale rete Toscana e Umbria Angelo Cefalù e il responsabile sicurezza, qualità e ambiente Toscana e Umbria Alberto Breschi.

Sono state 9 le giornate di formazione organizzate in Toscana – 3 a Siena, 2 a Firenze, 2 a Pistoia, 2 a Pisa– per la guida sicura e la prevenzione di comportamenti a rischio, che hanno coinvolto circa 1.200 dipendenti di E-Distribuzione 200 di altre società del Gruppo Enel. I seminari sono stati realizzati con il supporto degli agenti di Polizia Stradale di Torino attraverso l’ausilio di filmati e ricostruzioni di incidenti stradali realmente accaduti.

Particolare attenzione è stata posta sulle violazioni più frequenti del codice della strada, sui rischi connessi a fattori come disattenzione, fretta e stanchezza e sugli effetti sullo stato psicofisico del guidatore. I corsi mirano inoltre a sviluppare competenze specifiche sulla percezione del rischio quando si è alla guida e sulle possibili fonti di distrazione, in particolare per quanto riguarda l’utilizzo improprio degli smartphone e sull’importanza di fattori come velocità e condizioni di visibilità.

A conclusione del ciclo di incontri, Angelo Cefalù, responsabile E-Distribuzione per la Toscana e l’Umbria, ha consegnato ai rappresentanti della Polizia Stradale uno dei 18 dispositivi “Top Crash” che saranno donati nelle diverse regioni italiane dal Gruppo Enel. Si tratta di uno strumento innovativo che consente di ridurre notevolmente i tempi dei rilevamenti degli incidenti, semplificando e aumentando la sicurezza degli agenti in strada e diminuendo i disagi per gli utenti nel riportare la viabilità alla normalità in tempi più rapidi. Veloce e tecnologicamente avanzato, Top Crash permette di ricostruire in maniera precisa la scena dell’incidente e ottenere una rappresentazione grafica della collisione. Il sistema è composto da un’antenna GPS ad elevata sensibilità per la ricezione di segnali satellitari e da un tablet per la raccolta e l’elaborazione dei dati rilevati.

“Siamo soddisfatti dell’ottima riuscita di questa iniziativa portata avanti grazie alla collaborazione con la Polizia Stradale, che ci ha permesso di fare della sicurezza su strada, ancora una volta, un valore sempre più radicato e condiviso – ha commentato Angelo Cefalù – Un percorso di formazione fondamentale per un’azienda come E-Distribuzione, che in tutta la Toscana e Umbria ha dipendenti che lavorano quotidianamente sul territorio per effettuare interventi sulle linee elettriche in tutte le condizioni meteorologiche. Per questo motivo l’attenzione per la sicurezza in ogni fase del lavoro rappresenta da sempre una priorità per E-Distribuzione”.


Fonti:
Riccardo Clementi – Enel Italia srl –
29/03/2018

Share.

About Author

Leave A Reply