Siena e provincia. Gli interventi su SP 18/C del Monte Amiata (Piancastagnaio), SR 2 Cassia (Montalcino), SP119 (Badesse)

0

Amiatanews: Siena 09/10/2018
Sull’Amiata i lavori termineranno il prossimo Novembre. La spesa totale dell’opera è di € 125.000 Euro di cui € 60.000 finanziati dal Comune. Ad Abbadia S. Salvatore lavori in Via Remedi per quasi €100.000. Investiti più di due milioni di euro in un anno.

Comunicato stampa dell’Amministrazione Provinciale di Siena, circa i prossimi interventi previsti sulle strade senesi. Sull’Amiata, i lavori più attesi, quelli relativi alla SP 18 all’altezza di Piancastagnaio, secondo il comunicato, “i lavori inizieranno e si concluderanno nel mese di Novembre” e prevedono un importo complessivo di € 125.000,00 di cui € 60.000,00 finanziati dal Comune pianese. Sempre sull’Amiata, ricordiamo che sono in fase di completamento i lavori di asfaltatura di Via Remedi (circa e 100.000,00)
Nonostante le note difficoltà delle province italiane che negli ultimi anni – scrive l’Amministrazione Provinciale di Siena – , oltre a doversi riorganizzare strutturalmente, hanno anche avuto risorse insufficienti per svolgere qualsiasi funzione, con un impegno straordinario entro breve la Provincia di Siena riuscirà a eliminare tre ferite all’interno del territorio senese, andando a ripristina 3 frane (Torrenieri, Badesse, Piancastagnaio) con inizio lavori previsto a fine ottobre/primi di novembre.

Vediamo nel dettaglio gli interventi.

Strada provinciale n. 18/C “del Monte Amiata”
La strada provinciale 18/C “del Monte Amiata” è interessata da una frana all’interno del centro abitato di Piancastagnaio (SI).
Il dissesto non ha procurato danni a persone e cose se non alla stessa infrastruttura viaria, compromettendo solo parzialmente la viabilità lungo la strada provinciale tutt’ora transitabile a senso unico alternato.
Il Progetto definitivo dei lavori è stato approvato con D.D.P. della Provincia di Siena n.106 del 26/6/2018.
La S.P. n. 18 “del Monte Amiata” consta di cinque tratti stradali identificati dalle lettere da “A” ad “E”. Il tratto in questione, il “C”, della lunghezza complessiva di 11,5 chilometri va dall’incrocio con la S.P. n. 20 al km. 0+650 in loc. Pod. Sugherello, all’incrocio con la S.P. n. 18/B al km. 17+300 ubicato all’interno dell’area urbana di Piancastagnaio, passando per la frazione Casa del Corto. La strada è stata provincializzata con R.D. 13/11/1875 – n. 13 di elenco.
L’ultima parte della strada ricade all’interno del centro abitato di Piancastagnaio ed assume la denominazione di Via Roma secondo la toponomastica urbana. Alla progr 10+030, approssimativamente all’altezza del civico 306 di Via Roma, si è verificato il distaccamento di porzione del corpo stradale in rilevato che ha interessato la scarpata e la banchina per una lunghezza di circa 30 m.
Dai risultati dello studio geologico è emerso che il movimento franoso ha interessato il solo corpo stradale in rilevato senza alcun coinvolgimento degli strati profondi. Questa situazione consente di adottare una soluzione tecnica a contenimento della strada del tipo a gabbioni metallici: 5 ordini (per un’altezza complessiva di 5 mt.) impostati su platea in calcestruzzo armato. La parte sommitale (gli ultimi 75 cm fino al raggiungimento della quota del piano strada) verrà realizzata ricreando la scarpata in rilevato tradizionale con pendenza del paramento esterno in rapporto 3/2.
A completamento dell’intervento sono previsti:
– cassonetto di fondazione a margine della corsia di marcia;
– il rifacimento della pavimentazione bitumata della semicarreggiata;
– l’impianto di pubblica illuminazione;
– la segnaletica stradale e le barriere guard-rail.
I lavori inizieranno e si concluderanno nel mese di Novembre. La spesa totale dell’opera ammonta a complessive € 125.000,00 di cui 60.000 sono state finanziate dal comune.

Piancastagnaio_Viale_Roma_DSC_0894

S.P. n. 119 “delle Badesse”
Il primo intervento a partire sarà quello relativo alle opere di ripristino della carreggiata della S.P. n. 119 “delle Badesse” interessata da una frana in loc. Casa Rota nel Comune di Monteriggioni.
Nel febbraio 2012, si erano manifestate le prime problematiche. La situazione si è andata man mano aggravando, all’inizio con distacchi e cedimenti sulla banchina che ne hanno comportato la chiusura e l’istituzione del senso unico alternato.
A breve, grazie ad un investimento della Provincia di oltre € 200.000 inizieranno i lavori per il ripristino del manto stradale nella parte interessata dalla frana attraverso la realizzazione di un terrapieno di sostegno di 4,50 mt di altezza e la fornitura di una barriera di sicurezza con sistema guard-rail in acciaio.
Si tratta di un lavoro complesso ma entro la fine della primavera i lavori saranno definitivamente conclusi.

S.R. 2 “Cassia” tra Torrenieri e Buonconvento
La strada regionale n. 2 “Cassia” in loc. Podere Il Moro, nel tratto compreso tra Torrenieri e Buonconvento, è stata interessata da un dissesto geomorfologico sviluppatosi sulla carreggiata e su parte del corpo stradale.
Entro tre settimane partiranno i lavori di consolidamento della strada ed il ripristino della sede viaria alle ordinarie condizioni di transitabilità e sicurezza per l’utenza stradale.
Le principali lavorazioni da eseguire si possono così riassumere:
– paratia di tali trivellati di medio diametro posti longitudinalmente alla strada a bordo carreggiata per una lunghezza di circa 60 mt.;
– drenaggio sul lato a monte della strada (in sinistra ettometrica), longitudinalmente alla strada e a margine della carreggiata per una lunghezza di circa 55 mt.
A completamento dell’opera sono previste le seguenti ulteriori lavorazioni:
– adeguamento e restauro tombino stradale a cassetta esistente, al km. 195+700;
– realizzazione di canaletta-zanella lato sx;
– bitumatura dell’intero tratto;
– rifacimento della segnaletica orizzontale e istallazione di barriera metallica tipo guard-rail.
Per consentire il mantenimento della circolazione stradale, benché soggetta a restrizioni (senso unico alternato) e per tutta la durata dei lavori, considerate le caratteristiche del cantiere in esame, le lavorazioni in progetto dovranno compiersi non contemporaneamente su entrambi i lati della strada. Tali aspetti sono stati esaminati e risolti in sede di predisposizione delle misure di sicurezza e di prevenzione dei rischi sui luoghi di lavoro.
Sul tratto di strada da sistemare è funzionante un impianto semaforico fisso alimentato da solare fotovoltaico, istallato all’epoca dell’istituzione del senso unico alternato.
Entro febbraio 2019 è prevista, da capitolato progettuale, la conclusione dei lavori. Il costo complessivo dell’opera, da quadro economico di progetto, ammonta a 130.000 euro. Un importante intervento che, nonostante le difficoltà, la Provincia è riuscita a mettere in cantiere.Abbadia_San_Salvatore_Via_Remedi_asflatatura_20181005_03Oltre a questo mezzo milione di investimenti, la Provincia di Siena, nel 2018 ha realizzato interventi in tutto il territorio provinciale per quasi un milione di euro.
In particolare è intervenuta per il ripristino della strada a seguito di una frana in loc. Fonte del Boia, nel Comune di Chiusi per €430.000, in via Remedi, ad Abbadia San Salvatore per quasi €100.000 (vedi foto precedente), sulla SP146 a S.Albino per €180.000, ai “Quattro Poderi”, Chiusi per €25.000 e  sulla SP 1 di San Gimignano per €150.000.
Approvato inoltre il Progetto di € 111.000 per un intervento sulla SP 146, ad Acquaviva, nel Comune di Montepulciano, che partirà nei prossimi mesi nonché interventi per oltre un milione di euro per la manutenzione straordinaria di alcuni tratti stradali che riguardano l’intero territorio provinciale che partiranno entro l’anno


Fonti
Comunicato Stampa Amministrazione Provincia di Siena del 09/10/2018

Share.

About Author

Leave A Reply