Siena. Al Centro Dedalo una giornata di screening gratuito sul linguaggio per i bambini tra i 3 e i 6 anni

0

Amiatanews: Siena 11/01/2018
In Italia sono 570mila i bambini con difficoltà di linguaggio. Sabato 20 gennaio, in occasione dell’Open Day presso la nuova sede del Centro Territoriale della rete SOS Dislessia in Via Massetana Romana 34

Di Natascia Maesi

Sono 570mila i bambini con difficoltà nel linguaggio. Un dato del 2015 che è già in crescita e da non sottovalutare. Per questo, se e quando ci sono, meglio individuarle precocemente. Questo è il messaggio che il Centro Dedalo di Siena vuole lanciare con la sua giornata gratuita di screening sul linguaggio. Lo screening proposto in questa occasione non è un test diagnostico, ma una prima valutazione effettuata attraverso attività piacevoli utilizzando le immagini e i giochi con le parole, che sarà effettuato gratuitamente nell’Open Day in programma sabato 20 gennaio 2018.
Nella nuova sede del Centro territoriale della rete SOS Dislessia in Via Massetana Romana 34, per tutti i bambini di età compresa tra i 3 – 6 anni, ci sarà la possibilità di sottoporsi ai test gratuiti, realizzato dall’equipe specializzata coordinata dalla direttrice del Centro Dedalo e di SOS Dislessia dott.ssa Valentina Campanella e composta dott.ssa Debora Ielpo (logopedista specializzata nella diagnosi e trattamento dei disturbi di linguaggio ed evolutivi) e la dott.ssa Claudia Liuzzi (logopedista e tecnico dell’apprendimento).
Lo screening servirà ad individuare precocemente situazioni a rischio e di intervenire tempestivamente ove necessario, per attivare percorsi di supporto e potenziamento con l’intento di favorire lo sviluppo positivo delle competenze del bambino. Alle attività di screening sarà dedicato un tempo di circa 40 minuti, necessario a fornire molte informazioni sulle competenze verbali del bambino nei diversi ambiti linguistici, per comprende più nello specifico in che modo il bambino percepisce le nostre parole, come usa la forma verbale e il grado di chiarezza e comprensibilità della sua pronuncia e se è in linea con l’età cronologica.
“La sola identificazione di eventuali difficoltà certamente non basta – spiega la dott.ssa Valentina Campanella – lo screening fornirà, attraverso una breve sintesi rilasciata alla famiglia un’indicazione chiara sull’eventuale necessità di un  approfondimento specialistico, indicazioni fruibili in contesto famigliare e/o scolastico e suggerimenti per svolgere azioni di prevenzione e assumere i giusti comportamenti di fronte alle diverse difficoltà riscontrate nel piccolo”.
Info e prenotazioni dedalocentro@gmail.com www.centrodedalo.org


 

 

Fonti.
Comunicato Stampa di Natascia Maesi – Giornalismo & Comunicazione del 11/01/2018

Share.

About Author

Leave A Reply