Piancastagnaio. Tutto è pronto per un rinnovato “Favoliamo verso il Natale”

0

Amiatanews (Marco conti): Piancastagnaio 06/12/2017
Torna il paese delle fiabe con tante novità e sorprese tra gli eventi in calendario che prenderanno il via il prossimo 8 Dicembre.
Tradizione, attenzione verso il prossimo e tecnologia gli elementi caratterizzanti di questa terza edizione dedicata soprattutto ai bimbi e alle famiglie.
Paolo Ruffini protagonista di con la compagnia MayorVonFrinzius

Con l’inizio dell’Avvento, si entra in uno dei periodi più significativi della religione Cristiana: l’attesa per la venuta di Gesù. Per questo, il Natale, è anche una Festa “speciale”, perché mette al centro i più piccoli e la famiglia, rendendo uguali unione e solitudine, con gesta e riflessioni dal profondo significato umano e spirituale.
Accanto a questi sentimenti, la gioia e la voglia di festa, fa si che nelle comunità si pensi a una serie di iniziative per salutare la nascita del “bambin Gesù”, con doni, luci, musiche ed eventi di ogni tipo per cercare di far vivere giorni di serenità in un periodo di vacanza soprattutto per gli studenti.
Sull’Amiata, il Natale, è sicuramente tra i periodi più attesi e nelle varie comunità si organizzano eventi che richiamano la tradizione attraverso simbologie (citiamo ad esempio le fiaccole di Abbadia S. Salvatore e di Santa Fiora) e una serie di iniziative laico e religiose che prenderanno il via per lo più il prossimo 8 Dicembre, giorno dell’Immacolata Concezione, almeno fino a un paio di decenni fa, vero e proprio inizio delle festività.

A Piancastagnaio si rinnova l’appuntamento con “Favoliamo verso il Natale“, il cartello degli eventi natalizi ideato  dall’Amministrazione Comunale in collaborazione principale con il Centro Naturale Commerciale “Le Fonti” e la Pro Loco con ENEL Green Power tra i sostenitori, che, attraverso una serie di iniziative, prevalentemente dedicate ai più piccoli e alle famiglie, si pone, già alla sua terza edizione, tra gli appuntamenti più attesi dell’Amiata, se non altro per le sua novità di proposta.
Rocca di Babbo Natale, Fiabe per le vie, raduno di Babbi Natale, visite guidate con gli elfi, concerti natalizi, laboratori ludici, spettacoli di magia, visite alle mostre dei presepi, Befana alla miniera del Siele (6 Gennaio) e alla Rocca, befanate della tradizione popolare (Tre e Case e Saragiolo la sera del 5 Gennaio), spettacoli teatrali, sono li principali appuntamenti del ricco calendario a cui vanno aggiunti i tanti riti religiosi.Piancastagnaio_Natale_2017_20171205_DSC_0154

Il “paese delle fiabe”, saluta quest’anno il visitatore con una grande composizione della fiaba di Frozen, posta all’ingresso nord, lungo la provinciale che collega ad Abbadia S. Salvatore, mentre, all’ingresso Sud, lungo la provinciale che collega alla Cassia, una grande scritta “Favoliamo” e un Babbo Natale con la sua grande slitta trainata dalle renne, dà il suo benvenuto; un saluto che vuol dare sin da subito l’idea di entrare in un mondo nuovo, quasi sospeso tra sogno e realtà nella pluri dimensione della fantasia di grandi e piccini.
Il percorso fiabesco di quest’anno, rispetto al passato, è concentrato tra i giardini Nasini e Piazza de’ l’Orologio, la centrale del paese. Ben sei le favole rappresentate che ripropongono i favori dei visitatori delle passate edizioni, con le classiche “Biancaneve e sette nani” e “I Tre porcellini“, la recente “Frozen”, la novità della bella fiaba di Grimm “Rosabianca e Rosarossa“, la favola Toscana “Silvestrino: il topino dall’orecchio sopraffino”, la favola locale “Piccirillino” e quelle vincitrici del concorso scolastico “Inventa una fiaba” come “Le fatine del bosco”, “Piccirillino” e l’estratta al concorso “Simon e la sua avventura” (approfondimenti sul concorso http://www.amiatanews.it/piancastagnaio-concorso-inventa-una-fiaba-prorogata-la-scadenza/).

Tutte le scenografie delle fiabe, sono state realizzate da un gruppo di volontari appositamente costituito già negli anni passati, così come le particolari lanterne e alberi a illuminare il percorso fiabesco per guidare il visitatore che, partendo dai Giardini Nasini, percorrendo parte del centro storico (la Piazza de’ l’Orologio e Via Barbini), si ritroverà  in Piazza Castello, proprio ai piedi della maestosa Rocca Senese-Aldobrandesca, divenuta per l’occasione la “Rocca di Babbo Natale” (aperta tutti i fine settimana dall’8 Dicembre al 1° Gennaio), sicuramente una delle attrazioni più visitate e di indubbio fascino per degli allestimenti curati con estrema attenzione anche nei piccoli particolari, che hanno trasformato il monumento in una vera e propria fiabesca abitazione, con un camminamento interno che porterà a scoprire pian piano le stanze addobbate, fino ad abbracciare proprio il desiderato Babbo Natale. Una “Rocca natalizia” che presenta anche delle novità tecnologiche come il “virtual tour“, che permetterà la visita attraverso uno speciale visore 3D  a chi impossibilitato a salire nell’alta torre, come disabili o anziani (proposta già sperimentata con successo durante lo scorso Crastatone). Altra novità, la “Fabbrica dei giochi” attraverso l’utilizzo del “Visual mapping”, tecnologia utilizzata per proiettare luci e video su superfici reali o artificiali, così da ottenerne particolari effetti e movimenti (nel caso specifico la realizzazione di giocattoli ad opera di elfi).
Anche quest’anno, saranno comunque presenti i volontari della Misericordia di Piancastagnaio, che si presteranno a far salire sulla Rocca di Babbo Natale, in estrema sicurezza, coloro con difficoltà motorie; un servizio molto apprezzato già lo scorso anno alla prima esperienza. (nella galleria le immagini della Rocca di Babbo Natale 2016)

A tal proposito ricordiamo anche quest’anno l’impegno di “Favoliamo verso il Natale” a favore di chi ha bisogno o di chi svolge un’attività sociale come l’associazione Pollyanna e la stessa Misericordia per soddisfare progetti come la “Casa Condivisa” e l’acquisto di nuovi mezzi di trasporto (approfondimenti su http://www.amiatanews.it/piancastagnaio-favoliamo-verso-il-natale-a-sostegno-di-misericordia-e-pollyanna/).Per approfondimenti sulle fiabe e gli appuntamenti in calendario, essere aggiornati sulle novità e scaricare il programma di “Favoliamo” , basta visitare il rinnovato sito web dedicato www.favoliamoersoilnatale.it e seguire la pagina Facebook www.facebook.com/favoliamoversoilnatale/Piancastagnaio_Natale_Illuminazione_Rocca_20170112_DSC_0922

A conclusione di questa nostra prima presentazione, non possiamo che dare notizia di una delle novità più significative di questa edizione di “Favoliamo”, ovvero lo spettacolo teatrale “Un grande Abbraccio”, con Paolo Paolo_Ruffini_Un_grande_abbraccio_locandina_01Ruffini (autore e ideatore) e attori della compagnia Mayor Von Frinzius, tutti con disabilità dovuta alla sindrome di down. Una sorpresa, anzi, un dono natalizio, visto lo spettacolo, voluto dall’Amministrazione comunale di Piancastagnaio che va a confermare anche quest’anno l’impegno sociale del cartello natalizio, con sensibilizzazioni di valore.
“Un grande abbraccio” è uno spettacolo comico e commovente, un’opportunità di scoprirsi e di abbandonarsi a teatro con movimenti, improvvisazioni, balli, monologhi; tutti tesi a esaltare la vita, l’amore e le relazioni umane. Il pubblico sarà il terzo protagonista di questo che più che uno spettacolo, si potrebbe definire un evento, continuamente irripetibile. Alla fine, platea e attori si troveranno sul palco, nella meraviglia della condivisione di un gesto umano, così semplice da essere ormai provocatorio: un grande abbraccio.
L’appuntamento è per Santo Stefano, Martedì 26 Dicembre, ore 17, al Teatro Comunale Vittorino Ricci Barbini

Tradizione, tecnologia e impegno sociale sembrano essere gli elementi caratterizzanti di questa terza edizione di “Favoliamo verso il Natale”, una manifestazione che vuole anche essere desiderata conferma per gli organizzatori e per i tanti volontari che si sono adoperati durante l’anno nella realizzazione delle scenografie delle fiabe, degli spettacoli teatrali e dell’accoglienza.

Piancastagnaio_Natale_2017_20171205_DSC_0144

Share.

About Author

Leave A Reply