Piancastagnaio. Torna “Un Mojito per la vita”, la festa per Enrico

0

Amiatanews (Marco Conti): Piancastagnaio 18/06/2017
Ai Giardini Nasini la VI^ edizione di un appuntamento divenuto ormai l’evento di inizio estate a Piancastagnaio.
Bandao, Sergio Sgrilli, Parranda Groove Party, LucaSkalientes assieme alla tradizione del Villaggio di Pompieropoli e delle attività del Circolo Tennis, per un fine settimana dedicate al ricordo e alla ricerca fondi per AIRC Toscana. Tra le novità il gioco del “Palio delle Contrade Junior”

Il tempo scorre veloce, come i pochi anni da quando, Enrico, salutò per sempre la propria famiglia, i propri colleghi dei Vigili del Fuoco, di Bandao, del Circolo Tennis e la sua Contrada del Coro. Un saluto che coinvolse un’intera comunità e i tanti amici che il carattere “spensieratamente serio” di Enrico, quasi sornione dietro alla sua bevanda preferita: il mojito, appunto. Un’immagine che i propri familiari e l’impegno diretto dei nipoti Alessio e Valerio, hanno voluto da subito rendere viva e condivisa, attraverso la festa “Un Mojito per la Vita”, divenuto ormai a Piancastagnaio, l’evento principale di inizio estate, in una due giorni di fine Giugno che anticipa i tanti momenti di aggregazione che si susseguiranno a Piancastagnaio, attraversando il Palio per concludersi a fine Agosto.
Una festa, dove il bicchiere in mano assume significati ben precisi e diversi dal solito, colorandosi del verde di una fresca menta, come a significare quella sempre viva della speranza verso la cura di quel che circonda ancora ognuno di noi, colpendo le nostre famiglie, quelle dei nostri parenti, amici e conoscenti. Il cancro è ancora tra di noi, ma è tra di noi anche la forza della volontà di allontanarlo, di aggirarlo, di andare oltre se non di sconfiggerlo.
Un “Mojito per la Vita”, per un contributo ad Associazione Italiana Ricerca sul Cancro – Toscana, beneficiaria, da sempre dell’impegno morale e concreto di chi vorrà ricordare Enrico, dando un aiuto vero a chi lotta per cercare di guarire chi lotta per non morire. E’ una catena vera di vita questa, anche traditrice, che lega la ricerca a tutti noi; che uno possa crederci o no, dubitare o no, il contributo e il lavoro dei ricercatori è fondamentale per il nostro futuro.
Questi sono i motivi che sostengono la Festa, simili a tante altre iniziative che si svolgono nel mondo con queste finalità, ma che, in questa forma, sull’Amiata, rimane una sorta di eccezione e, da qui, il successo e l’attesa.

Enrico_Eugeni

Una forma che prende sostanza attraverso un fine settimana, quello di Sabato 24 e Domenica 25 Giugno, tra il tradizionale e la novità, tra la vita di Enrico sempre presente e gli appuntamenti dei protagonisti, in un Sergio_Sgrilli_Un_Mojito_per_la_Vita_01programma ormai collaudato e apprezzato, che il maltempo di un anno fa ha cercato di compromettere, riuscendoci solo in parte, con la Bandao che suonava sotto un vero e proprio nubifragio e gli organizzatori a rimandare a quest’anno lo spettacolo dell’amico Sergio Sgrilli.
Un programma che ripercorre nelle sue proposte anche parte della vita professionale, passionale e sportiva di Enrico, subito attraverso Pompieropoli, la cittadella di giochi ed esercitazioni per i più piccoli, organizzata dal distaccamento dei Vigili del Fuoco di Piancastagnaio, che apre tradizionalmente la festa. Nella sue giorni l’esibizione amica di Bandao, dove Enrico suonava in quel di Poggibonsi e le attività del Circolo Tennis, sport che lo stesso amava praticare. Tra i concerti il la Parranda Groove Party e la prima dei LucaSkalientes.
Tra le novità, proprio in riferimento alla vita contradaiola di Enrico, quest’anno la festa presenta il Palio delle Contrade Junior, con i bimbi che con tanto di casacca, giubbetto e zucchino della propria Contrada, correranno sul proprio cavallino “in sella” al bastone di legno che sorregge la testa giocattolo, emulando le corse degli anni 50 e 60 degli attuali 50enni e 60enni e dei nonni. Un percorso che si snoda ai Giardini Nasini, luogo principale di tutta la festa, con un tracciato delimitato, il verrocchio e il mossiere (lo stesso Valerio Sbrolli) a dare la “mossa” per l’edizione di questa prima edizione del gioco …ma non tanto. Una bella e simpatica iniziativa, che strizza l’occhio in maniera simpatica, con l’innocente ma già sentita rivalità dei più piccini, all’avvicinarsi del Palio di Agosto.

Anche per questo non poteva certamente mancare il sostegno e la collaborazione del Contrada del Coro, del Comune di Piancastagnaio e il Magistrato delle Contrade, tutti anche nella logistica e nel prestare le infrastrutture necessarie per gli stand e l’area enogastronomica.

Veniamo nel dettaglio il programma di questa VI^ edizione d “Un Mojito per la Vita”

Sabato 24 Giugno

  • 15.00 Pompieropoli
  • 16.30 Tennis Junior
  • 18.30 Happy Hour Music
  • 20.00 mojito, pizza, birra e musica
  • 20.30 Concerto dei LucaSkalientes
  • 22.30 Concerto dei Parranda Groove
  • a seguire DJ Set

Domenica 25 Giugno

  • 15.30 Palio delle Contrade Junior
  • 17.00 Bandao a Piancastagnaio
  • 18.30 Aperitivo con Bandao
  • 20.00 mojito, pizza, birra e musica
  • 20.30 Estrazione Biglietti Lotteria
  • 21.30 Spettacolo di Sergio Sgrilli

Dunque appuntamento al prossimo fine settimana nel nome di Enrico e della conoscenza dello stato dell’arte della ricerca sul cancro, attraverso le informazioni che AIRC Toscana distribuirà attraverso apposita documentazione negli stand allestiti , a cui vanno i proventi della manifestazione.

Riportiamo il saluto benaugurale di Anna Marchi Mazzini – Presidente Comitato Toscana AIRC dello scorso anni.

Firenze, giugno 2016
Carissimi,
è merito del vostro entusiasmo e della vostra passione che ogni anno si rinnova la tradizione di questa serata dedicata alla solidarietà con un successo sempre crescente e vi siamo particolarmente felici e grati che questa edizione di “Un Mojito per la Vita” in ricordo di Enrico Eugeni sia arrivata alla sua quarta edizione.
Vorremmo ringraziare anche il Comune, i Comandi dei Vigili del Fuoco di Piancastagnaio e di Siena, il Gruppo Bandao e tutto il vostro paese che, con la vostra dedizione il vostro grande impegno e la vostra simpatia,
siete riusciti a coinvolgere in un progetto cosi importante.
“Un Mojito per la vita” è la testimonianza di come queste serate non siano solo il luogo dedicato al divertimento, ma anche il luogo privilegiato dove costruire la consapevolezza che per battere il cancro serve l’aiuto di tutti e, soprattutto, l’apporto fondamentale di voi giovani e della vostra grande energia e spirito di iniziativa.
Ancora grazie per questo evento darà un nuovo importante impulso alla ricerca oncologica oltre a esprimere una forte condivisione per la missione di AIRC.
Un caro saluto a tutti, Anna Marchi Mazzini – Presidente Comitato Toscana AIRC

 

 

 

Info: Pagina Facebbok Un Mojito per la Vita —>

Share.

About Author

Leave A Reply