Piancastagnaio. Castello vince il Cupello 2018

0

Amiatanews (Marco Conti): Piancastagnaio 16/09/2018
La vittoria mancava da ben 12 anni. Il Priore Renai: “Non abbiamo vinto il Palio ma per noi è un riconoscimento importante perché va a premiare il  lavoro e l’impegno costante di tutta la nostra Contrada.

La Contrada di Castello vince l’edizione 2018 del “Cupello”, il riconoscimento che premia la Contrada che più si è distinta nei giorni del Palio durante le uscite dei propri figuranti.
Il piatto dell’artista Paola Angelini, non presente alla cerimonia, è stato consegnato ieri, nel tardo pomeriggio, al Teatro Comunale Vittorino Ricci Barbini, dinanzi a tutte le Dirigenze delle Contrade e ai componenti del Magistrato delle Contrade, dal Rettore Alessandro Bocchi e dal Pro-Rettore, Enzo Piccini, rappresentante dell’Amministrazione Comunale, che ha fatto le veci del Sindaco Luigi Vagaggini, che non ha potuto partecipare alla cerimonia. Presente anche l’assessore Roberta Sancasciani.
A ricevere il premio il Priore di Castello, Claudio Renai, assieme al Difensore Francesco Conti e al Capitano Claudio Renai che hanno consegnato alle responsabili del corteo storico della Contrada, Camilla Baiocchi e Lucia Sbrolli. Erano ben dodici anni dall’ultima vittoria nel 2006, dunque, una vittoria attesa e auspicata dalla Contrada.

La giuria, formata da esperti provenienti da Torrita di Siena, ha assegnato a Castello un punteggio nettamente superiore alle altre Contrade. Come da Regolamento, durante le uscite dei figuranti, sono stati presi in considerazione di giudizio quattro aspetti del corteo storico: “comportamento”, “portamento”, “estetica” e “coreografia; tutti valutati dai tre giudici che hanno seguito costantemente tutte le fasi, compresa la vestizione, stando attenti a ogni particolare.
Questo il risultato finale in termini di punteggio: Castello, 277; Coro, 249; Voltaia 243; Borgo 213.  Dunque, per i giudici di Torrita, Castello ha vinto con largo punteggio rispetto alle altre Contrade con Coro e Voltaia tra di se molto vicine e Borgo con un punteggio nettamente inferiore.Piancastagnaio_Palio_2018_Cupello_Premiazione_DSC_8584“Dopo 12 anni dalla nostra ultima vittoria nel 2006,  siamo felicissimi di aver riportato il Cupello in Contrada – ci ha dichiarato il Priore Claudio Renai al termine della premiazione –   Non abbiamo vinto il Palio ma per noi questo Cupello è un riconoscimento importante perché va a premiare un lavoro e un impegno costante di tutta la nostra Contrada. Il Palio è fatto di molti fattori e variabili, non sempre tutte gestibili e che, talvolta, vanno oltre l’impegno diretto; dove però serve organizzazione e impegno Castello si è dimostrata ancora una volta pronta e protagonista.”
“I miei ringraziamenti vanno a tutti – prosegue il Priore di Castello -, con un pizzico di emozione e affetto personale verso Camilla e Lucia, che che ho voluto a fianco da quando sono Priore.  Con loro ho iniziato questo percorso di responsabilità e guida dei figuranti assieme a Nadia e Francesca Capocci, Alessandra Furzi, Elena Guerrini e Caputo Sonia.”Piancastagnaio_Palio_2018_Cupello_Premiazione_DSC_8544La cerimonia, iniziata poco dopo le 18, si è svolta in un Teatro Comunale gremito nei circa 180 posti a sedere con diverse persone in piedi sia all’interno che all’esterno. Tutto è apparso scorrere bene, in tempi giusti, durante i quali sono stati proiettati alcuni video e fotografie dello Studio Gabriele Forti e di NTi, entrambi commissionati dal Magistrato delle Contrade, a seguire in forma ufficiale la festa sotto l’aspetto della comunicazione audio visiva e giornalistica. Un cerimoniale condotto dal Rettore Bocchi assieme al Pro Rettore Piccini, quest’ultimo in fascia tricolore a rappresentanza ufficiale del Comune. Nelle parole di entrambi, molti i ringraziamenti per i figuranti e per le Contrade, con accenni all’evoluzione del corteo storico nel tempo, ritenuto oggi uno dei più belli d’Italia, almeno in termini di qualità e fattezza delle monture.
Con la consegna del Cupello, si chiudono i cerimoniali pubblici di un Palio 2018 che ha rispettato la Festa attraverso un adeguato comportamento da parte soprattutto delle Contrade, apparse equilibrate nei loro atteggiamenti e nelle scelte dirigenziali. Un Palio che regala il sorriso della Vittoria a Voltaia, ma anche importanti riconoscimenti a Coro (Asta e Bacchetta) e, ieri, anche a Castello (Cupello). Borgo non è rimasta comunque a guardare; forse il suo “premio” lo ha vinto con la corsa del 18 Agosto con la non vittoria dell’avversaria.

Amiatanews rivolge un ringraziamento a tutti, alle Contrade, al Magistrato delle Contrade, all’Amministrazione Comunale, agli operatori della comunicazione incaricati (NTi e Studio Gabriele Forti) sperando di aver contribuito a raccontare la Festa.

Share.

About Author

Leave A Reply