Amiata GR. Rincaro tariffe TIEMME, il Cordinamento dei gruppi consiliari di opposizione di S. Fiora, Arcidosso e Castel del Piano: “Bloccare gli aumenti”

0

Amiatanews: Arcidosso 13/07/2018
“Chiediamo al Presidente dell’Unione dei comuni Iacopo Marini ed ai Sindaci dell’Amiata che convochino ufficialmente subito, proprio qui in Amiata, l’Assessore regionale ai trasporti.”

“Invitiamo l’Assessore regionale PD Vincenzo Ceccarelli a raggiungere i nostri comuni da Firenze, pagando il biglietto e proprio con i mezzi pubblici TIEMME, così si renderà conto di persona cosa significa vivere sull’Amiata e magari pagare biglietti col 40% di aumenti.”
Inizia così la nota stampa ricevuta quest’oggi dal Coordinamento di zona dei 3 gruppi consiliari di opposizione di Arcidosso, Castel del Piano e Santa Fiora, a seguito della decisione degli aumenti Tiemme entrati in vigore dal 1º luglio su input della Regione Toscana, di cui riportiamo, ad esempio, la notizia apparsa sul Tirreno on line del 11 Luglio u.s.  (http://iltirreno.gelocal.it/grosseto/cronaca/2018/07/11/news/stangata-bus-348-euro-in-piu-per-far-studiare-i-nostri-figli-1.17051305)

“Chiediamo al Presidente dell’Unione dei comuni Iacopo Marini ed ai Sindaci dell’Amiata che convochino ufficialmente subito, proprio qui in Amiata, l’Assessore regionale ai trasporti per discutere e bloccare gli aumenti – prosegue la nota – Questa è una zona molto disagiata ed aumentare indistintamente in tutta la Regione le tariffe è ingiusto ed inaccettabile ed è ora che i sindaci facciano sentire la loro voce: siccome sono tutti appartenenti al PD, si incontrino subito e, almeno per una volta, facciano gli interessi dei montagnoli. ”
“Abbiamo assistito a più visite del presidente del consiglio regionale Eugenio Giani sia ad Arcidosso che a Santa Fiora con foto di pranzi e cene – proseguono i tre rappresentanti del Coordinamento: – i suoi sodali lo chiamino adesso a rapMichele_Bartalini_Riccardo_Ciaffarafà_Guendalina_Amati_01porto per fare qualcosa per bloccare questa vergogna che va contro solo ai cittadini ed agli studenti che si vedranno salire alle stelle i costi del trasporto in una montagna che già ha mille difficoltà e servizi all’osso.”
“Sono i Sindaci ed il Presidente della Unione dei Comuni – conclude il comunicato –  che devono intervenire e bloccare questa stangata sulla testa dell’Amiata ricordando ai loro amici del PD che già molte corse TIEMME sono state tagliate negli anni e che questo aumento non può interessare una zona marginale e disagiata come la nostra.”
Ricordiamo che il Coordinamento di zona dei 3 gruppi consiliari di opposizione dei Comuni di Arcidosso,  Castel del Piano e Santa Fiora (11 i consiglieri in tutto), ha visto l’elezione di Guendalina Amati, Michele Bartalini e Riccardo Ciaffaraffà (coordinatore), si è costituito in quel di Arcidosso nel Giugno appena trascorso, “in vista delle elezioni amministrative della prossima primavera” come “supporto istituzionale ad un percorso che metterà alla porta tanti anni di cattiva gestione del PD in questi comuni”. Tra le volontà  quella di “includere forze e persone serie che vogliono il bene di questo territorio ed un cambio di rotta netto sia nel modo che nella prospettiva di amministrare.”

Amiata GR. Costituito Coordinamento di zona dei 3 gruppi consiliari di opposizione di Arcidosso, Castel del Piano e Santa Fiora

Share.

About Author

Leave A Reply